martedì, settembre 23, 2014

A cuore aperto: Twittano l'operazione in ospedale. Ma c'è un perché: PR Digitali.


Il Livetwitting è un'abitudine abbastanza consolidata in tutta una serie di eventi.

Ma il livetwitting in diretta da un'operazione al cuore è roba inconsueta.

Specialmente se a twittare è un ospedale. Nello specifico il Sunnybrook Hospital di Toronto.

Per aumentare l'awareness e l'attenzione verso le malattie cardiache, il 20 Febbraio l'ospedale ha coperto in diretta un intervento (bypass coronarico), con tanto di video, Vine, foto.
Ovviamente con il consenso del paziente.
Come essere lì. Solo che sarebbe meglio non esserci.

Ovviamente l'operazione (in senso chirurgico e mediatico) ha avuto un'ampia risonanza, trasformandosi in una notevole operazione di PR Digitali.

Interessante.
Potete guardarvi tutta la storia sull'account Twitter dell'ospedale:

e anche cercando l'hashtag #sbheart

Ed ecco un video e un Vine dell'operazione:






(comunque, se cercate in rete scoprirete che non è il primo esempio di operazione mediatizzata online, in diretta).
A quando i team di blogstar invitati in sala operatoria in pianta stabile?

lunedì, settembre 22, 2014

Grandi. Sul sito di incontri (Tinder) ... adotta un cane :-)

Grande pensiero laterale, bel pensiero strategico.

In fondo se uno va su un sito per cuori solitari, sia che cerchi l'anima gemella sia che cerchi un one night stand, qualcuno direbbe che sta cercando di riempire un vuoto esistenziale.

Che potrebbe essere riempito anche da un cane.

Quindi, perché non usare Tinder (una delle killer app del settore, con 10 milioni di utenti) inserendo profili non di persone ma di cani, con caratteristiche che possano "mecciare" (come direbbe il milanese imbruttito) quelle dei single che cercano un partner?

In fondo si tratta di una proposta alternativa...

L'idea è stata messa in pratica da almeno un paio di associazioni: www.rosieanimaladoption.ca/ e  socialteesnyc.org (se fossi in Tinder comunque sarei tentato di tirar giù quei profili - per evitare che dopo i vari canili e gattili entrino a gamba tesa le aziende multinazionali - magari inserendo profili di auto, detersivi, condimenti e cibi pronti e rompano il giocattolo del match-making ;-)

I video:




Approfondimento: 

venerdì, settembre 19, 2014

La regola #1 del Web Marketing in Italia.

Scordatevi di twittate messaggi che volete siano letti dal target durante #XFactor, specialmente se si gioca pure l'Europa League.




Puma usa il WiFi alla F1 per promuoversi a costo zero.


Buon venerdì a tutti.

Brillante esempio di uso creativo della tecnologia. Se volete, pensiero laterale.

Background: Puma sponsorizza, in Formula 1, Mercedes e Ferrari.
Chiaramente, oltre ai costi di sponsorizzazione, ci sono i costi di farlo sapere al mondo, per sfruttare questa sponsorizzazione.
E, naturalmente, i costi degli spazi pubblicitari nei circuiti automobilistici non sono certo a buon mercato.

Così Puma, al Gran Premio di Cina, ha trovato una scappatoia niente male, che intelligentemente, lavora sul mobile.
No, niente siti, app, QR Code.

Ha aperto, nelle tribune, 10 accessi WiFi.
E il nome delle 10 reti cambiava a ogni giro.
Esatto: semplicemente facendo un check delle reti WiFi disponibili, gli spettatori potevano vedere la classifica aggiornata, coi tempi e le posizioni.
Naturalmente era evidenziata la sponsorizzazione dei piloti coinvolti.

Insomma, date un occhio all'immagine che spiega tutto e qui trovate un approfondimento:

http://autoracesponsor.co.uk/2014/08/19/puma-shows-bernie-use-social-media-chinese-gp/

giovedì, settembre 18, 2014

Genio. Guardate cos'hanno fatto con il brief del cliente.


OK, niente battute su cosa molti di noi farebbero volentieri con certi brief di certi clienti.

Guardate invece cosa ha fatto quest'agenzia.
Come ha preso il brief e lo ha trasformato in...

Beh, guardate l'immagine e guardate il video.

E leggete l'approfondimento che spiega il perchè:
http://www.creativebloq.com/career/designers-uniquely-intricate-responses-client-briefs-91412929

"The campaign was so successful that the agency’s design work rose by 450% within the first six weeks."

Grandi.


mercoledì, settembre 17, 2014

Scabroso e divertente: il GaioDramma (Pirula Pirula)

Oggi parliamo di qualcosa che non è comunicazione commerciale, ma è (molto) storytelling.

Una web series fatta da gente che stimo e che penso meriti visibilità e apprezzamento.

Per certi versi, una bomba tirata verso il pubblico.

Io ve la segnalo.

Ecco il promo e sotto vi metto l'indirizzo della prima puntata e la spiegazione di che accidenti è.


Ecco l'URL della prima puntata: http://youtu.be/eP8LODydWkg

Il protagonista di Pirula Pirula è Ettore, un prostituto gay che in arte si fa chiamare “Sabrina”. Ettore, alias Sabrina, lavora circondato da colleghe pronte a dargli consigli sul mestiere “più antico del mondo”.


12 puntate, da 5 minuti l'una - sul mestiere più antico del mondo che si intreccia con il mondo della prostituzione gay. 

Poteva essere una cosa pesantissima - e invece il tema è stato trattato con leggerezza; poteva essere un concentrato di luoghi comuni e invece dentro all'umorismo c'è molto rispetto.

Cito: "L’argomento di Pirula Pirula è delicato, la serie affronta il tema della prostituzione omosessuale, ma il tono del racconto è tagliente, ironico e totalmente privo di retorica.
Dal 15 settembre, troverete la prima puntata di Pirula Pirula, un gaiodramma su Youtube.

Le puntate seguenti saranno visibili liberamente, con doppia cadenza settimanale, su Cineama.it, la  community e piattaforma dedicata al cinema e all’audiovisivo. "

Facebook: Pirula Pirula - serie web
 (https://www.facebook.com/pirrula?ref=hl

Twitter: @PirulaSabrina
 (https://twitter.com/PirulaSabrina

G+: Pirula Pirula
 (https://plus.google.com/u/0/105967580178658690986/posts)

Pirula Pirula, un gaiodramma, è una serie web diretta da Andrès Arce
Maldonado, regista del film Carta Bianca (http://www.cartabiancafilm.com) scritta da Marco Medelin
con la collaborazione di Emanuela Guaiana, Ivana Pantaleo ed Elisa Franchi, e prodotta da La Siliàn.








venerdì, settembre 12, 2014

Riassunto della settimana: il blog ha parlato di...


Riprendiamo il riassunto settimanale del blog, se vi siete persi qualcosa e volete recuperare.
Questa settimana ho parlato di:

Interessante: i Coupon su Instagram, con la gamification

Interessante: i Coupon su Instagram, con la gamification


Oh, hanno trovato un modo creativo di mettere i buoni sconto su Instagram.

1 - caricare video su Instagram
2 - l'utente lo guarda
3 - compaiono a raffica prodotti nel video
3 - l'utente fa al volo uno screenshot raffigurante il prodotto che gli interessa
3b - ci riprova
3c - ci riprova
3d - etc.
4 - lo condivide online con l'hashtag (quindi viene forzata la condivisione)
5 - va in negozio e mostra il suo bel lavoro al commesso
6 - il commesso gli da' una pacca sulla spalla e gli da' il prodotto screenshottato con il 50% di sconto.

Da Ahlens.

Ecco un esempio di video su Instagram (http://instagram.com/p/ohzrpmgk3T):


Ecco il video:




L'aspetto di gamification sta nel riuscire a fare uno screenshot al volo dal telefonino - cosa che non è banale e richiede più tentativi. Stiamo facendo interagire la persona con il nostro messaggio promozionale, facendogli investire tempo ed energie. Certo, anche per un vantaggio tangibile (non trascurabile), ma il livello di interazione non è male.

Approfondimento:
http://www.fastcocreate.com/3035424/this-swedish-retailer-used-instagram-as-a-modern-coupon